Novembre 2017

LunMarMerGioVenSabDom
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Calendario Calendario

Ultimi argomenti

» Galleggiano, galleggiano tutti e anche tu galleggerai.
Da RUDI Gio 26 Ott 2017, 2:22 pm

» Anche per la legge le dimensioni contano, parola di Timothy Clark
Da Diego Gio 07 Set 2017, 4:58 am

» Madonna pulita 40 gradi in italia!
Da RUDI Mer 02 Ago 2017, 4:34 pm

» oggi sono caduto per le scale, mi hanno rigato la macchina, mi sono caduti 50 euro dalle tasche...
Da Diego Ven 28 Lug 2017, 11:11 pm

» visto che oramai qui non passa nessuno...
Da Arbitro sfide Sab 15 Lug 2017, 4:51 pm

» Insomma, sono passati anni e non è cambiato niente
Da RUDI Gio 06 Lug 2017, 1:04 am

» rieccomi di nuovo qui.
Da RUDI Gio 06 Lug 2017, 1:02 am

» ho voglia di fare sesso.
Da Diego Mar 21 Mar 2017, 2:38 am

» vichinghi attorno al falò.
Da Diego Lun 16 Gen 2017, 2:24 pm

» No Man's Sky Game Soundtrack
Da Diego Gio 18 Ago 2016, 12:13 am

» Something In The Way.
Da RUDI Dom 17 Lug 2016, 9:07 pm

» perché adesso non ho più paura dei nani, un tempo non li potevo vedere, mi facevano tanta paura...
Da RUDI Mer 13 Lug 2016, 10:43 pm

» putana madonna svegliaaaaaaaaaaaaaaa!!!!
Da Diego Mar 03 Mag 2016, 6:13 pm

» ragazzi, sono veramente euforico!!!
Da Diego Gio 21 Apr 2016, 10:08 pm

» Mito25
Da mito25 Lun 18 Apr 2016, 10:43 am

» quando andavo a funghi con mio nonno, lui me li faceva assaggiare per vedere se erano velenosi.
Da Diego Dom 17 Apr 2016, 8:32 am

» .. sono di nuovo nella parte strana di youtube..
Da La Tati Lun 04 Apr 2016, 10:21 pm

» una foto della mia maestra delle elementari nuda.
Da Diego Gio 10 Mar 2016, 2:07 am

» apri immediatamente questo topic urgente!
Da Diego Gio 03 Mar 2016, 1:12 am

» ... meraviglia..
Da Diego Mer 17 Feb 2016, 4:13 am

» ... un viaggio senza ritorno ...
Da Diego Ven 12 Feb 2016, 4:40 am

» ... volare...
Da Diego Lun 01 Feb 2016, 2:27 am

» ho perso un'altra occasione buona stasera.
Da Diego Lun 01 Feb 2016, 1:59 am

» Il Gioco di Geri
Da Diego Dom 10 Gen 2016, 4:43 am

» Canzoni ridicolizzate dal beatbox
Da Dany933 Dom 27 Dic 2015, 7:43 pm

» come si chiama quella canzone che fa nanananananananana?
Da Diego Mer 23 Dic 2015, 8:47 pm

» Che cosa ne pensate?
Da RUDI Lun 14 Dic 2015, 12:32 am

» Fò come j antichi: magnavon la scorza e buttavon via i fichi
Da lorenzh03 Sab 05 Dic 2015, 8:34 pm

» ☭ adda venì 'l Baffone! ☭
Da RUDI Dom 29 Nov 2015, 9:51 pm

» [Lettera ad un'amico] ALLOUUEEENNN
Da RUDI Dom 01 Nov 2015, 5:01 pm

» patetici scarabocchi
Da Diego Dom 25 Ott 2015, 1:56 pm

» gustate questo fantastico video porno!!! tette grosse ovunque!!! sborrate a fiumi assicurate!!!
Da Legolas91 Sab 24 Ott 2015, 1:25 am

» Le palle del Nonno.
Da Diego Ven 23 Ott 2015, 5:35 pm

» 卐卐卐 SEGUITEMI E NON SOFFRIRETE PIU' LA FAME!!!! 卐卐卐
Da Diego Lun 05 Ott 2015, 10:40 pm

» clicca qui, potresti vincere 935493485349583645367 euri!!!!
Da Diego Lun 05 Ott 2015, 10:39 pm

» ..Questo è troppo..
Da Legolas91 Lun 28 Set 2015, 9:27 pm

» ..Strumenti, rumori e minestrone..
Da Diego Sab 26 Set 2015, 3:23 pm

» ..Prova ad immaginare..
Da Diego Sab 26 Set 2015, 3:18 pm

» iper realismo
Da Diego Dom 20 Set 2015, 11:04 am

» GLORYHAMMER - Universe On Fire
Da Diego Lun 14 Set 2015, 1:00 pm

» ..Il complotto dei corrieri..
Da Diego Mer 26 Ago 2015, 1:38 am

» ... Io.. Odio.. Mastrolindo..
Da Diego Ven 21 Ago 2015, 9:49 pm

» ehheeheheheheheheheheheheh
Da Diego Mar 04 Ago 2015, 8:29 pm

» rimedi per non prendere sonno..
Da floppyfloppy Ven 24 Lug 2015, 11:00 am

» guess who's back
Da Diego Sab 18 Lug 2015, 11:27 pm

» giochiamo a terraria?
Da RUDI Lun 06 Lug 2015, 2:40 pm

» Lezione sulla masturbazione
Da Diego Mer 17 Giu 2015, 10:05 pm

» QUANTO SEI SIMPATICO
Da RUDI Sab 13 Giu 2015, 11:02 pm

» ..Ti sbanno vah..
Da Diego Sab 13 Giu 2015, 5:33 pm

» ..I ricordi fanno male..
Da Diego Gio 11 Giu 2015, 9:51 am

» All'alba viiiiiiinceròòòòòòòòòòò...
Da Diego Lun 11 Mag 2015, 10:29 pm

» R.I.P RUDI
Da Diego Mar 28 Apr 2015, 7:48 pm

» .. Lo sapevate che..
Da Legolas91 Lun 27 Apr 2015, 7:04 pm

» Il mouse del portatile si muove da solo :'(
Da AORTIS Ven 17 Apr 2015, 8:53 pm

» Telecom... ERA ORA!!!
Da Legolas91 Gio 16 Apr 2015, 4:28 pm

» TUTTI MORTI
Da Diego Mar 14 Apr 2015, 8:28 pm

» avanti brutti figli di puttana, fatemi sti cazzo di auguri
Da AORTIS Gio 26 Mar 2015, 12:34 am

» Momento cultura
Da AORTIS Mar 24 Mar 2015, 5:56 pm

» cioè dai, parliamoci chiaro..
Da Legolas91 Sab 21 Mar 2015, 9:12 pm

» cosa ascoltate in questo momento???
Da Legolas91 Ven 20 Mar 2015, 12:24 am

Statistiche

I nostri membri hanno inviato un totale di 51378 messaggi in 4230 argomenti

Abbiamo 1673 membri registrati

L'ultimo utente registrato è FilippoLavizzari

Chi è in linea

In totale ci sono 2 utenti in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 2 Ospiti

Nessuno


[ Vedere la lista completa ]


Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 464 il Mar 11 Mag 2010, 11:17 pm

Giochi


    Sapevate che......

    Condividere
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 7:29 pm

    Fatti curiosi tipo................


    Sapevate che Garibaldi da giovane?

    Garibaldi, nel 1834, alla giovanissima età di 26 anni ebbe la sua prima esperienza da rivoluzionario e finì in una maniera non proprio eroica....era un marinaio al servizio della Marina piemontese dei Savoia a Genova e tentò con alcuni uomini una specie di insurrezione patriottica che finì male...infatti Garibaldi, travestito da contadino, scappò per i monti di Genova e dopo una decina di giorni superò il confine francese e per non farsi arrestare si mise a cantare canti popolari francesi (lui conosceva molto bene il francese essendo nato a Nzza quando era sotto Napoleone). Intanto in Piemonte fu condannato a morte e non potè rimettere più piede nel Regno sabaudo fino al 1847....cioè per 13 anni.....quando ritornò dalle imprese del Sudamerica
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 7:36 pm

    LO SAPEVATE CHE LA CLAQUE È NATA A NAPOLI?
    Categoria: L'officina dei sensiData: 14/08/2010
    Nei Riti che di solito raccontiamo, oggi trova spazio anche una curiosità storica, che vede Napoli e i napoletani spalle dei primi attori. Parliamo del debutto a Napoli di Nerone cantante, dei tipi di applauso: rombi, tegole e mattoni. Senza trascurare le antiche radici dell’arte italica di cacciar fuori il coraggio quando non si corrono più rischi. Di Carmine Cimmino

    Il pubblico di Napoli svolse un ruolo decisivo nello sviluppo della cultura dell’applauso: basti pensare che inventò la claque. Duemila anni fa, grazie a Nerone e alla sua passione per il canto. In un primo tempo l’imperatore si accontentò di ascoltare Terpno che ogni sera, a chiusura del banchetto, prendeva la cetra e si esibiva fino a notte fonda. Poi decise di emularlo. Prima di tutto, irrobustì la voce, che era tenue, e aveva un timbro “fosco“ che sarebbe andato bene, duemila anni dopo, per le canzoni dell’esistenzialismo e della mala, ma che non si adattava alla musica e ai testi dell’epoca. Per dar forza a questa sua voce particolare, Nerone accettò di farsi torturare: si sdraiava a terra, sul dorso, e si faceva piazzare sul petto una lastra di piombo, e così sforzava, a lungo, il respiro; si purgava con clisteri, non mangiava frutta, e spesso si accontentava di un piatto di porri all’olio.

    Grazie a Nerone, i porri diventarono un ortaggio alla moda: i più ricercati venivano dall’ Egitto, da Ostia e da Ariccia. I medici li consigliavano come lassativo e come rinfrescante, e non escludevano che fossero afrodisiaci, poiché il porro “odia il suolo irrigato, e ama il concime e la terra grassa”.
    Tanti sacrifici, sopportati in nome dell’arte, non furono vani: l’imperatore incominciò a esibirsi per gli intimi, e a ogni esibizione crescevano il controllo delle tecniche e la qualità del canto, e soprattutto crescevano gli applausi. Quando fu pienamente sicuro di sé, Nerone decise di esibirsi in pubblico: la musica che resta nascosta non viene apprezzata da nessuno. Ma dove debuttare?

    Se egli fosse stato veramente quel Nerone che ci hanno dipinto a nero di seppia, avrebbe debuttato direttamente in Grecia, la terra sacra del canto e della musica; sarebbero stati applausi a scena aperta, anche se non avesse aperto la bocca; si sarebbero sbracciati, i Greci, a chiedergli il bis, e a pregarlo di prolungare la tournée, anche se non avesse indovinato una nota.

    Ma l’imperatore mostrò rispetto di sé e della sua vocazione. Scartò Roma, considerando i Romani troppo incompetenti di musica, e scelse Napoli, città di spiriti e di umori ancora tutti greci, e dunque esperta di canto e di cantanti, e teatro continuo di spettacoli d’ogni genere.
    Il debutto di Nerone fu un trionfo, prima, durante e dopo. E non solo per lo scroscio ininterrotto degli applausi. Finito lo spettacolo, gli spettatori uscirono dal teatro, ancora acclamando con l’ultimo soffio di voce, e battendo ancora le mani; e l’ultimo gruppo s’era appena allontanato, quando una scossa di terremoto buttò giù l’edificio. Svetonio dice invece che la scossa ci fu a spettacolo in corso, e che Nerone non si mosse finché non portò a termine il pezzo che aveva iniziato.

    Un dato è certo: il terremoto non fece né morti né feriti. Si può supporre che i Napoletani, nella valutazione del fatto, si siano divisi in due partiti: di qua i pessimisti, immediatamente persuasi che Nerone portasse jella, dall’altra, gli altri, convinti del contrario: sì il terremoto c’è stato, ma siamo tutti salvi e sani: nemmeno un graffio. E dunque questo imperatore porta bene, altro che jella. Vinse questa seconda dottrina, poiché Nerone continuò a esibirsi a Napoli. Avendo apprezzato gli elogi musicali che gli cantavano alcuni Alessandrini appena arrivati in città con le navi del grano, l’imperatore fece venire dall’Egitto i loro concittadini più bravi in simili pratiche, li aggregò a cinquemila robusti giovanotti che erano il fiore della plebe di Napoli, divise la massa in squadre, e ordinò che imparassero i tipi fondamentali dell’applauso: a partire dai “bombi“, i ronzii, che ne costituivano il suono di base, e restavano compatti nel crescendo.

    In questo corpo si innestavano, a comando, le impennate vertiginose, le vibrazioni estreme. Che si chiamavano “tegole“, perché le mani si tenevano incavate, e ne veniva fuori un fragore sordo, la cupa minaccia di una tempesta imminente; e si chiamavano “mattoni“, perché le palme delle mani cozzavano violentemente, producendo uno strepito secco, chiaro, uno sparo, come di due mattoni che si urtano, o di mano che batte con forza l’argilla nella forma. I clacchisti si distinguevano per le folte chiome e per l’ eleganza dell’abbigliamento; i loro capi guadagnavano decine di migliaia di sesterzi. Il potere è sempre stato generoso con clacchisti semplici e direttori di claque.

    A Napoli Nerone apprese che le Gallie si erano ribellate sotto la guida di Vindice, e che era incominciato l’ultimo atto della sua vita e del suo impero. E lui, questo epilogo, lo visse e lo recitò in uno stato in cui la realtà e la scena, il ruolo dell’imperatore e le maschere dell’attore musicista e cantante costituivano oramai un tutt’uno. Delle accuse e degli oltraggi che i ribelli gli rivolgevano nei loro editti, lo facevano incavolare soprattutto le espressioni di disprezzo riservate alla sua arte.

    Negli ultimi giorni, quando anche i Romani lo mollarono, e già si udiva il passo cadenzato delle legioni dei “liberatori“, qualcuno scrisse sulle colonne della città che con il suo canto Nerone aveva svegliato anche i galli (e si giocava sul duplice significato del termine "gallus", che in latino indica il popolo e anche il re del pollaio): insomma, è venuto il momento di dirti la verità: tu non canti: tu strilli. Come si vede, l’arte italica di cacciar fuori il coraggio quando non si corrono più rischi ha radici antiche. L’imperatore cantante cercò di sottrarsi al destino di morte: ma quando tentò di convincere gli ufficiali della sua guardia del corpo a fuggire con lui in Asia, uno di essi lo sbeffeggiò recitandogli un verso di Virgilio: "Fino a questo punto è penoso morire?" (e penso a certi professoroni francesi che hanno osato sostenere che i Romani non avevano senso dell’umorismo).

    Quando infine si accorse che arrivavano i cavalieri incaricati di prenderlo vivo, Nerone declamò con voce tremante un bel verso di Omero: "mi giunge all’orecchio il galoppo dei cavalli veloci", e con l’aiuto del liberto Epafrodito si cacciò un pugnale in gola. Poco prima, aveva detto: "Quale artista muore con me". Che mi pare un’espressione monumentale.
    Chiamare gli applausi tegole e mattoni non era stata una grande idea: con quei nomi uno scroscio di applausi uccide.
    (Fonte foto: gsr-roma.com)
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 7:39 pm

    l'unico punto che mi interessa visto il mio lavoro non pensavo che nerone porto' alla moda il porro e non sapevo neanche che fosse un buon lassativo grazie mario ^^
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 7:42 pm

    @christian ha scritto:l'unico punto che mi interessa visto il mio lavoro non pensavo che nerone porto' alla moda il porro e non sapevo neanche che fosse un buon lassativo grazie mario ^^


    Grazie a te che mi segui......
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 7:43 pm

    ultimamente ci sono sempre sul forum sia per postare notizioni che per leggerli ^^ niente mario prego
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 7:59 pm

    Sapevate che in Italia non è vietato mangiare i gatti?
    pubblicato: giovedì 07 ottobre 2010 da luca
    Annunci Google
    Mangime per gatti
    Vasta scelta di cibi, mangimi e accessori per tutti i gatti!
    www.zooplus.it/mangime_gatti

    Disintossicazione Colon
    Scopri perché la pulizia del colon è efficace per dieta!
    www.DrNatura.it

    Sembra incredibile eppure è così. Nel nostro Paese non esiste una legge che vieti di cibarsi di gatti. Tutto lo sconcerto creato dalle affermazioni di Beppe Bigazzi qualche tempo fa sarebbero quindi da intenderso solo da un punto di vista puramente morale e non legale. Evidentemente si tratta di una falla legislativa che, però, si scontra con l’esistente legge che vieta l’uccisione di animali d’affezione se non per gravi motivi di salute. In pratica l’articolo 544 -bis della legge 180 recita che chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione. Qui si apre il dibattito. Uccidere un cane o un gatto per mangiarselo può essere considerato reato? Moralmente si, ovviamente, ma legalmente sfamarsi è considerata una necessità primaria e, quindi, questo non comporta alcuna pena. Purtroppo di vuoti legislativi e di leggi poco chiare ne è pieno i Codice Civile, serve solo sperare che chi di dovere riempia questa lacuna.
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 8:15 pm

    per quello hai cinesi nei ristoranti non si puo' dire nulla XD
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 8:17 pm

    @christian ha scritto:per quello hai cinesi nei ristoranti non si puo' dire nulla XD



    A loro no ma ai gatti si..........Scappate!!!!!
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 8:19 pm

    che sinceramente non so se avete mai visto il confronto tra coniglio e gatto mozzato di testa e coda credetemi sono uguali specialmente se uno li cuoce come fai a riconoscerli? spero il dio soltanto di non averli mai mangiati tutto qui....
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 8:21 pm

    @christian ha scritto:che sinceramente non so se avete mai visto il confronto tra coniglio e gatto mozzato di testa e coda credetemi sono uguali specialmente se uno li cuoce come fai a riconoscerli? spero il dio soltanto di non averli mai mangiati tutto qui....



    IDEM..........
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 8:25 pm

    a proposito ho trovato questo di cui non sapevo neanche l'esistenza

    Beppe Bigazzi è oramai fuori dalla trasmissione televisiva La prova del cuoco dopo aver dichiarato (ma non era la prima volta) che lui ha mangiato gatti. Non solo, ha anche spiegato la ricetta
    per frollarlo e cucinarlo. Le ire degli animalisti e dei Verdi si sono
    sollevate al punto che è partito un esposto. La conseguenza è stata la sospensione di Bigazzi dal programma. Antonella Clerici dalle pagine di Sorrisi, in edicola questa settimana, difende Bigazzi e dice:
    <blockquote>Quella di Beppe
    era una battuta. A volte dice stupidate, come in questo caso. Una
    sparata fatta per il gusto di dirla. Io ci ero abituata e sapevo gestire
    le sue intemperanze</blockquote>
    Ammette Elisa Isoardi, una settimana dopo lo spiacevole fatto, dalle pagine di Dipiù, che proprio lei, invece, non è riuscita a contenere Beppe Bigazzi:
    <blockquote>Il mio rammarico è di non essere riuscita a fermare in tempo queste sue dichiarazioni.</blockquote>
    Elisa si lascia andare al ricordo di quella tremenda giornata televisiva:
    <blockquote>Era una giornata come tante altre, tutto era nella norma,
    quando Bigazzi ha parlato della tradizione di Val d’Arni, in Toscana,
    durante la quale si mangiavano i gatti. Mi si è ghiacciato il sangue, ho
    sgranato gli occhi, esterrefatta, cercando di fargli capire se si stava
    rendendo conto di quello che stava dicendo.

    ma roba da matti... </blockquote>
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 8:36 pm

    @christian ha scritto:a proposito ho trovato questo di cui non sapevo neanche l'esistenza

    Beppe Bigazzi è oramai fuori dalla trasmissione televisiva La prova del cuoco dopo aver dichiarato (ma non era la prima volta) che lui ha mangiato gatti. Non solo, ha anche spiegato la ricetta
    per frollarlo e cucinarlo. Le ire degli animalisti e dei Verdi si sono
    sollevate al punto che è partito un esposto. La conseguenza è stata la sospensione di Bigazzi dal programma. Antonella Clerici dalle pagine di Sorrisi, in edicola questa settimana, difende Bigazzi e dice:
    <blockquote>Quella di Beppe
    era una battuta. A volte dice stupidate, come in questo caso. Una
    sparata fatta per il gusto di dirla. Io ci ero abituata e sapevo gestire
    le sue intemperanze</blockquote>
    Ammette Elisa Isoardi, una settimana dopo lo spiacevole fatto, dalle pagine di Dipiù, che proprio lei, invece, non è riuscita a contenere Beppe Bigazzi:
    <blockquote>Il mio rammarico è di non essere riuscita a fermare in tempo queste sue dichiarazioni.</blockquote>
    Elisa si lascia andare al ricordo di quella tremenda giornata televisiva:
    <blockquote>Era una giornata come tante altre, tutto era nella norma,
    quando Bigazzi ha parlato della tradizione di Val d’Arni, in Toscana,
    durante la quale si mangiavano i gatti. Mi si è ghiacciato il sangue, ho
    sgranato gli occhi, esterrefatta, cercando di fargli capire se si stava
    rendendo conto di quello che stava dicendo.

    ma roba da matti... </blockquote>



    L'Italia è il paese delle eresie .......noi oltre ai gatti mangiamo cavalli cavie (topi di laboratorio) alci
    carne suina bovina pesce uccelli vermi ( per esempio nel gorgonzola) ed erbe varie .....mangiamo tutto e di tutto
    .....quindi perchè i gatti no ????? a chi piacciono (buon appetito)!!!!!
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 8:47 pm

    in effetti non hai tutti i torni, si e' vero che come idea l'italia e molti altri paesi non e' abituata a sentire cio' e a mangiare gatti... pero' i conigli si? sono identici non so il sapore non avendolo mai mangiato pero' il gato non e' proprieta' di nessuno come potete ben leggere in molti siti e leggi ....pensa che in alcuni tipi di formaggi sardi ci sono i vermi e molti li mangiano come i porcini con i vermi pensate un po'.
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 9:47 pm

    Sapevate che......
    Lo sapevate che…
    Pubblicato 18 maggio 2010 Argentina Lascia un commento
    Tag:Bauli, Buenos Aires, Confiterías, emigrazione italiana
    Per motivi di lavoro sono finito a spulciare il sito della Bauli, quelli del pandoro. E ho scoperto che nella storia dell’azienda c’è un’avventurosa vicenda di emigrazione in Argentina del fondatore, con tanto di naufragio del piroscafo e salvataggio miracoloso. Il capostipite Bauli alla fine arrivò a Buenos Aires, aprì la sua pasticceria e, in pochi mesi, fece fortuna, trovò la sua America. Fino a quando, una decina di anni dopo, chissà perché, decise di rientrare a Verona e lì cominciò la storia dell’azienda come la conosciamo oggi. Leggendo questa storia non ho potuto fare a meno di ripensare alle tante confiterías di Buenos Aires con le loro spaziose e ricche vetrine. Le prime volte che andavo in visita a Buenos Aires, proveniente dal nordeste brasiliano povero di tradizione pasticciera, rimanevo incantato come un bambino davanti a quelle vetrine piene di creme, cioccolato, bignè e torte. Passeggiare per Corrientes o Rivadavia si trasformava sempre in una specie di via crucis in cui io rischiavo di ritrovarmi attaccato a sbavare contro qualche vetrina. Ho pensato che magari da qualche parte, in qualcuna di quelle bontà, c’è ancora lo zampino del signor Bauli o di qualcuno dei suoi 40 dipendenti portegni. Dove sarà stata la pasticceria del signor Bauli? a San Telmo? alla Boca? a Caballito? resterà qualche testimonianza? chissà se qualcuno riesce a scoprirlo…
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Gio 20 Gen 2011, 10:20 pm

    non pensavo che la prima pasticceria non fosse in italia ma pensa un po' .....
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Gio 20 Gen 2011, 10:31 pm

    @christian ha scritto:non pensavo che la prima pasticceria non fosse in italia ma pensa un po' .....


    La vita è piena di soppresse .....a volte dolce come questa!!!!
    avatar
    StellaStè
    Moderatrice buona
    Moderatrice buona

    Si è classificato per le semifinali del Gioco Delle Interviste utente che ha fatto qualcosa per il sito Femminile Membro dello staff Utente Unico Ariete Gatto
    Messaggi Messaggi : 3322
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 04.08.10
    Età Età : 30
    Sono di Sono di : Viterbo
    Info Info : Studentessa universitaria
    Scioccato

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da StellaStè il Ven 21 Gen 2011, 2:00 pm

    @marioboss55 ha scritto:Sapevate che in Italia non è vietato mangiare i gatti?
    pubblicato: giovedì 07 ottobre 2010 da luca
    Annunci Google
    Mangime per gatti
    Vasta scelta di cibi, mangimi e accessori per tutti i gatti!
    www.zooplus.it/mangime_gatti

    Disintossicazione Colon
    Scopri perché la pulizia del colon è efficace per dieta!
    www.DrNatura.it

    Sembra incredibile eppure è così. Nel nostro Paese non esiste una legge che vieti di cibarsi di gatti. Tutto lo sconcerto creato dalle affermazioni di Beppe Bigazzi qualche tempo fa sarebbero quindi da intenderso solo da un punto di vista puramente morale e non legale. Evidentemente si tratta di una falla legislativa che, però, si scontra con l’esistente legge che vieta l’uccisione di animali d’affezione se non per gravi motivi di salute. In pratica l’articolo 544 -bis della legge 180 recita che chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione. Qui si apre il dibattito. Uccidere un cane o un gatto per mangiarselo può essere considerato reato? Moralmente si, ovviamente, ma legalmente sfamarsi è considerata una necessità primaria e, quindi, questo non comporta alcuna pena. Purtroppo di vuoti legislativi e di leggi poco chiare ne è pieno i Codice Civile, serve solo sperare che chi di dovere riempia questa lacuna.

    Non c'è una legge,ma comunque vengono fatti dei controlli,ringraziando Dio,comunque sia io in generale non prendo mai carne anche per questo motivo,non mi fido proprio,quando la mangio e la mangio solo perchè ancora papà mi obbliga la mangio a casa ^^
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Ven 21 Gen 2011, 5:48 pm

    @StellaStè ha scritto:
    @marioboss55 ha scritto:Sapevate che in Italia non è vietato mangiare i gatti?
    pubblicato: giovedì 07 ottobre 2010 da luca
    Annunci Google
    Mangime per gatti
    Vasta scelta di cibi, mangimi e accessori per tutti i gatti!
    www.zooplus.it/mangime_gatti

    Disintossicazione Colon
    Scopri perché la pulizia del colon è efficace per dieta!
    www.DrNatura.it

    Sembra incredibile eppure è così. Nel nostro Paese non esiste una legge che vieti di cibarsi di gatti. Tutto lo sconcerto creato dalle affermazioni di Beppe Bigazzi qualche tempo fa sarebbero quindi da intenderso solo da un punto di vista puramente morale e non legale. Evidentemente si tratta di una falla legislativa che, però, si scontra con l’esistente legge che vieta l’uccisione di animali d’affezione se non per gravi motivi di salute. In pratica l’articolo 544 -bis della legge 180 recita che chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona la morte di un animale è punito con la reclusione. Qui si apre il dibattito. Uccidere un cane o un gatto per mangiarselo può essere considerato reato? Moralmente si, ovviamente, ma legalmente sfamarsi è considerata una necessità primaria e, quindi, questo non comporta alcuna pena. Purtroppo di vuoti legislativi e di leggi poco chiare ne è pieno i Codice Civile, serve solo sperare che chi di dovere riempia questa lacuna.

    Non c'è una legge,ma comunque vengono fatti dei controlli,ringraziando Dio,comunque sia io in generale non prendo mai carne anche per questo motivo,non mi fido proprio,quando la mangio e la mangio solo perchè ancora papà mi obbliga la mangio a casa ^^


    Scusa hai mai mangiato un qualsiasi panino al mcdonal o simile????
    avatar
    StellaStè
    Moderatrice buona
    Moderatrice buona

    Si è classificato per le semifinali del Gioco Delle Interviste utente che ha fatto qualcosa per il sito Femminile Membro dello staff Utente Unico Ariete Gatto
    Messaggi Messaggi : 3322
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 04.08.10
    Età Età : 30
    Sono di Sono di : Viterbo
    Info Info : Studentessa universitaria
    Scioccato

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da StellaStè il Ven 21 Gen 2011, 6:03 pm

    Certo che ci ho mangiato,ma quando ero bambina,ora evito di andarci e quando ci vado mi prendo l'insalata,odio il mcdonald!
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Ven 21 Gen 2011, 6:12 pm

    @StellaStè ha scritto:Certo che ci ho mangiato,ma quando ero bambina,ora evito di andarci e quando ci vado mi prendo l'insalata,odio il mcdonald!



    Quindi sei vegetariana posso chiederti il peso????
    avatar
    StellaStè
    Moderatrice buona
    Moderatrice buona

    Si è classificato per le semifinali del Gioco Delle Interviste utente che ha fatto qualcosa per il sito Femminile Membro dello staff Utente Unico Ariete Gatto
    Messaggi Messaggi : 3322
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 04.08.10
    Età Età : 30
    Sono di Sono di : Viterbo
    Info Info : Studentessa universitaria
    Scioccato

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da StellaStè il Ven 21 Gen 2011, 6:13 pm

    Ehm si,sono alta 1.65 e peso 68kg
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Ven 21 Gen 2011, 6:16 pm

    @StellaStè ha scritto:Ehm si,sono alta 1.65 e peso 68kg


    ottimo peso!!!se hai queste caratteristiche mangiando solo erbe .....buon appetito!!! io sono 1,72 e peso 78 kg.e mangio di tutto.
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Ven 21 Gen 2011, 9:59 pm

    SCUOLA/ Lo sapevate che gli Istituti professionali sono quasi meglio dei Licei? Tiziana Pedrizzi venerdì 16 luglio 2010
    Foto Imagoeconomica Diffondi il Link a questo articolo APPROFONDISCI SCUOLA/ 2. I dati Timss Advanced: perché i nostri licei sono mediocri in matematica?, di T. Pedrizzi SCUOLA/ Sabatini (Crusca): perché dopo le medie si disimpara l’italiano?
    Nel dibattito sui problemi scolastici italiani, una cosa non viene mai messa in discussione: il superiore valore della preparazione che verrebbe fornita dai nostri Licei. Si parla qui del Liceo classico e scientifico. Pertanto l’impianto degli studi liceali viene continuamente riconfermato e anzi proposto, se non imposto, a tutti gli altri indirizzi.

    Negli ultimi tempi tuttavia serpeggia qualche dubbio in proposito. Da dove verranno quei giovani che non sanno scrivere in modo ortograficamente e grammaticalmente corretto le loro tesi di laurea? Dagli Istituti professionali? La percentuale di chi si laurea con questa provenienza non arriva al 5%. E come mai all’esame di stato dei Licei nella sessione del 2009 è stato offerto alle fatiche traduttive un accessibile brano di Cicerone, che non è notoriamente il più difficile degli autori?

    Qualche lume cominciano a darlo le valutazioni standardizzate esterne nazionali e internazionali. Nel marzo 2010 è uscito uno studio di ricercatori di Banca Italia-Eurosistema, che vede fra i suoi autori Piero Cipollone, che ricopre la carica di presidente Invalsi. Obiettivo dichiarato quello di iniziare un filone di ricerca sulle misure di valore aggiunto nelle scuole superiori italiane.

    Avere dati attendibili su quanto influisce la qualità delle scuole sui progressi degli studenti è infatti indispensabile per una giusta valutazione da parte delle famiglie e dell’Amministrazione. Altrimenti si considerano migliori le scuole che non hanno altro merito che quello di avere nei banchi i ragazzi dal SES (Status Economico-Sociale) più elevato.

    La ricerca prende in considerazione i dati relativi agli apprendimenti in italiano, matematica e scienze raccolti nell’indagine Invalsi 2005-2006 (l’ultima dell’era Moratti) nelle I e nelle III classi delle scuole superiori. Con tutte le riserve dovute al fatto che si tratta della prima ricerca nel contesto italiano e alla approssimazione dovuta alla natura dei dati (partecipazione volontaria delle scuole e limitato controllo nella somministrazione), le conclusioni sono quelle che seguono.

    I Licei presentano livelli di preparazione iniziale più elevati, ma questo primato non sembra confermato in matematica e scienze, quando si guardi ai progressi. I Licei, i cui studenti presentano in media i livelli più elevati di competenze, sembrano esercitare un effetto positivo solo in italiano; per le altre materie parte preponderante della loro superiorità sembra ascrivibile alla composizione sociale della popolazione dei soggetti che a questa scuola si rivolgono.

    PER CONTINUARE L’ARTICOLO CLICCA >> QUI SOTTO


    Pagine: 1 2 3 >>

    SEGNALA
    CONDIVIDI
    STAMPA
    COMMENTA QUESTO ARTICOLO COMMENTI 16/07/2010 - gli istituti professionali,scuola di trincea (ugo panetta) I risultati degli studenti degli ist. prof.li sono in assoluto, nella uniformità dei "programmi" della scuola superiore italiana, inferiori a quelli dei licei, per l'ovvio motivo costituito dal diverso background socio economico. Tuttavia, gli ist. prof.li hanno svolto, dagli anni '50, una funzione sociale importantissima, avendo consentito, a generazioni di giovani, scolarizzazione e apprendimento di mestieri, togliendoli dalla strada e avendo comunque nel tempo elevato la preparazione culturale e professionale. E non a caso oggi il maggior numero di studenti extra comunitari si trova proprio in tali scuole, ritenute a torto scuole dove prevale la manualità. Il problema è il misconoscimento di tale realtà da parte della società e dei media, che continuano, in una impostazione culturale gentiliana e di classe, a porre i riflettori solo sui licei, ad esempio per gli esami di maturità quando si pubblicano solo le prove dei licei e si intervistano solo gli studenti liceali relegando nell'ombra gli altri. Probabilmente, una accorta valorizzazione mediatica di tali scuole farebbe crescere il loro appeal, spingendo un maggior numero di ragazzi a frequentare corsi che danno preparazione culturale di base e avvicinamento a professionalità la cui domanda sul mercato rimane senza risposta, rendendo elevata la disoccupazione giovanile. Sono scuole di trincea, certo, ma per questo molte di esse sono già riuscite a raggiungere risultati in linea con gli obiettivi della riforma. 16/07/2010 - La vocazione dei Licei scientifici (Giorgio Baioni) E' evidente a chiunque si occupi di istruzione che il titolo dell'articolo sia di natura provocatoria, però mi sembra giusta una riflessione sul ruolo dei Licei scientifici nella crisi in cui versano i Corsi di laurea in Chimica, Fisica e Matematica. Qualche anno fa alcune università italiane si fecero promotrici di iniziative di orientamento presso gli Istituti superiori al fine di poter aumentare il numero di iscritti ai Corsi di lauree scientifiche. Se i Licei scientifici non trasmettono, attraverso i loro insegnanti, la passione per la chimica, la fisica, la biologia, la matematica, ecc. significa che queste scuole stanno perdendo la loro vocazione e tutto ciò forse ha proprio a che fare con l'impostazione generalista dell'insegnamento di queste discipline. Che in un Liceo scientifico non vi sia una stretta corrispondenza tra titolo di studio e disciplina scientifica insegnata è, a mio parere, la vera anomalia anche di questa riforma. 16/07/2010 - Condivisione e dubbi (Michele Donnanno) Penso che la misurazione del valore aggiunto prodotto dalle scuole sia la strada giusta sulla quale impiantare un serio discorso sulla scuola che valorizzi anche il merito degli insegnanti. Insegnare è infatti un lavoro di un gruppo e non del singolo. E perciò trovo molto interessanti gli argomenti che la signora Pedrizzi ha esposto. Ma sulla tesi relativa alla differenza tra Licei e Professionali nella produzione di valore qualche dubbio ce l'avrei. Infatti, se le percentuali di selezione nelle classi prime dei due segmenti sono significativamente diversi, mi pare evidente che questo influisca nella determinazione degli indici che vanno a misurare il valore aggiunto. O sbaglio? 16/07/2010 - Fattore tempo (Gianni Stival) A mio parere gli studenti del liceo sono penalizzati dal fatto che studiano già tutto il giorno. Se un ragazzo studia già otto ore aumentare di un'altra ora cambia poco. Il discorso ovviamente non vale per gli studenti dei professionali che quando va bene studiano al massimo un'ora al giorno. Per loro aumentare il lavoro anche solo di un'altra ora significa raddoppiare il lavoro svolto.
    avatar
    Christian
    Paperon De Paperoni

    ha partecipato al Gioco Delle Interviste Maschile Pesci Dragone
    Messaggi Messaggi : 3507
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 10.12.10
    Età Età : 29
    Sono di Sono di : Terraaaaaa!!!!^^
    Info Info : Cuoco.
    Felice

    Profilo GDR
    Attacco: 5
    Difesa: 2
    Vita:
    50/50  (50/50)

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Christian il Ven 21 Gen 2011, 10:28 pm

    sicuramente devo dire grazie a quei istituti che ti immettono subito sul mondo del lavoro cossiche' le persone se non hanno voglia di sapere dove e' nato napoleone o che ha fatto possono lo stesso lavorare.....dai diciamoci la verita', sicuramente la grammatica e l'ortografia servono si ok ma un lavoro professionale come il mio di certo non ha bisogno di cio'....essere inteligenti a volte sul proprio lavoro non serve...prendiamo ad esempio il mio di lavoro il cuoco....a me basta la creativita' che sicuramente la scuola non mi ha dato ma l'esperienza lavorativa che ho passato si. Non saro' un genio, non sapro mettere virgole o etc... ma il mio lavoro lo so, fare i soldi ne guadagno, per diventare intelligenti c'e' tempo istruendosi leggendo o quant'altro...sbaglio?
    avatar
    marioboss55
    Collaboratore
    Collaboratore

    Maschile Membro dello staff Utente Unico Leone Capra
    Messaggi Messaggi : 900
    Iscritto/a il Iscritto/a il : 05.07.10
    Età Età : 62
    Sono di Sono di : napoli
    Info Info : operaio
    Felice

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da marioboss55 il Ven 21 Gen 2011, 10:39 pm

    @christian ha scritto:sicuramente devo dire grazie a quei istituti che ti immettono subito sul mondo del lavoro cossiche' le persone se non hanno voglia di sapere dove e' nato napoleone o che ha fatto possono lo stesso lavorare.....dai diciamoci la verita', sicuramente la grammatica e l'ortografia servono si ok ma un lavoro professionale come il mio di certo non ha bisogno di cio'....essere inteligenti a volte sul proprio lavoro non serve...prendiamo ad esempio il mio di lavoro il cuoco....a me basta la creativita' che sicuramente la scuola non mi ha dato ma l'esperienza lavorativa che ho passato si. Non saro' un genio, non sapro mettere virgole o etc... ma il mio lavoro lo so, fare i soldi ne guadagno, per diventare intelligenti c'e' tempo istruendosi leggendo o quant'altro...sbaglio?



    IO sono figlio di chef ..........scusa ma anche un grande cuoco ha bisogno oltre che della grande fantasia di una gran cultura alimentare e non solo ........ha bisogno di grande memoria conoscere la geografia per i piatti internazionali storia per i piatti tipici locali ha inoltre bisogno d'estro per l'abbinamento dei gusti deve aver occhio per la presentazione deve essere un economo per fare la spesa giusta nel proprio locare e far quadrare il bilancio ........scusa ma non basta saper cucinare soltanto almeno a certi livelli.

    Contenuto sponsorizzato

    default Re: Sapevate che......

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar 21 Nov 2017, 1:07 pm